Studio medico Dott. Digrandi

Committente: Dott. Daniele Digrandi

Luogo: Ragusa

Anno: 2017

“Lavorare, mangiare, bere, dormire, amare: tutto deve essere misurato.” 

(Ippocrate di Coo)

Questo disse circa 2400 anni fa colui che rivoluzionò la Medicina. E proprio la misura, l’equilibrio, la sobrietà sono forse i caratteri principali di questo progetto, in cui tutto, dalla luce ai colori, dai pieni ai vuoti, dalle materie alle trasparenze, tutto ha un peso attentamente misurato.

Collaboratori: Arch. Salvatore Schembari 

Fotografo: Marcello Bocchieri


Leggi di più

Lo Studio Medico del Dott. Digrandi è un piccolo gioiello incastonato fra le maglie urbane di Ragusa. Originariamente un modesto locale commerciale su due livelli, lo studio medico è ora un unico ambiente soppalcato, grazie alla parziale demolizione del solaio intermedio. Questa scelta strategica ha permesso allo spazio di espandersi drasticamente a livello percettivo, sensazione amplificata dall’uso dei vetri trasparenti e opali degli ambulatori e delle stanze. Attraverso la porta vetrata si accede direttamente alla sala d’aspetto, caratterizzata appunto dalla doppia altezza, in cui si trova un elegante desk per l’accettazione. La scala, materica e al contempo leggera, è addossata ad una delle due pareti laterali, ma grazie ad alcuni accorgimenti si distacca da essa, seppure per pochi centimetri, così come si distacca dal basamento in muratura in cui sono stati plasmati i primi gradini. Questo le permette di ruotare leggermente per seguire la parete, aumentando la sensazione di leggerezza e movimento che si voleva conferire ad un elemento che è fondamentale non solo per la sua funzione di connessione tra i due livelli, ma anche per la sua funzione estetica e caratterizzante dello spazio intero. L’effetto dinamico che, in questo modo, si viene a creare è bilanciato dal piccolo ma compatto volume dei servizi igienici, sulla parete opposta. Il profilo obliquo del soppalco sembra essere parte della coreografia “danzata” dalla scala, ma contiene in sé anche la funzione pratica di ottenere più spazio per le poltrone della piccola saletta di attesa superiore che proprio in questo modo è stato possibile ricavare. All’interno dell’ambulatorio del Dottor Digrandi, l’arredo austero e minimale trova il suo equilibrio nel contrasto con la grande vetrata retroilluminata e serigrafata con una disegno astratto ispirato alla circolazione vascolare e forse anche ai rami di alberi in un bosco, simbolo di una natura organica a cui tutti noi apparteniamo e che i Medici conoscono così bene.

Tutti i progetti di DFG Architetti